LO STATUTO

nuovo logo statuto STATUTO
ASSOCIAZIONE
“PROGETTO LAVOR@BILE SARDEGNA O.N.L.U.S.”

ART. 1 – (Denominazione e sede)

  1.  E’ costituita, nel rispetto dell’ art. 36 e sgg. del Codice Civile e L. 266 del 1991 l’associazione denominata:

ASSOCIAZIONE PROGETTO LAVOR@BILE SARDEGNA O.N.L.U.S.

con sede trav. Vs Crabulazzi n 21 I 07100 Sassari P.I. 92219810923
L’associazione ha come logo un cerchio con all’interno un omino seduto sulla chiocciola del simbolo mail, nella parte in alto riporta scritto Associazione e nella parte parte inferiore “Progetto Lavor@bile” sul lato sinistro riporta il simbolo dei non udenti e nella parte destra riporta la Sardegna con i 4 Mori.Il trasferimento della sede legale non comporta modifica statutaria, ma l’obbligo di comunicazione agli uffici competenti.

ART. 2 – (Finalità)

1. L’associazione è apartitica, non ha scopo di lucro ed è onlus, svolge attività di promozione e utilità sociale rivolta ai disabili.
2. Le finalità che si propone sono in particolare:
a) Tutelare tutti i diritti del disabile,
b) Proporre soluzioni concrete ai singoli e specifici casi del disabile,
c) Incentivare la coscienza sociale, collettiva ed istituzionale del disabile,
d) Ottenere il massimo grado di integrazione nel contesto sociale (scuole, lavoro, attività sportive, ecc.) del disabile,
e) Offrire informazioni e chiarimenti sull’attuale legislazione sul disabile,
f) Creare ed incentivare servizi a sostegno delle famiglie con disabile,
g) Tenere i contatti con altre Associazioni che si occupano di disabilità per coordinare con esse le attività di rivendicazione e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica,
h) Patrocinare, promuovere, curare qualsiasi iniziativa ed attività opportuna a reperire i mezzi occorrenti al raggiungimento degli obiettivi suddetti, ivi compresi quello di cercare di formare una struttura di cose e persone che continuino a tutelare il disabile oltre la famiglia.

ART. 3 – (Soci)

1. Sono ammesse all’Associazione tutte le persone fisiche che ne condividono gli scopi e accettano il presente statuto e l’eventuale regolamento interno.
2. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Consiglio Direttivo.
3. Ci sono 3 categorie di soci:
ordinari: sono coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea,
sostenitori: sono coloro che oltre alla quota ordinaria, erogano contribuzioni volontarie straordinarie,
benemeriti: sono persone nominate tali dall’Assemblea per meriti particolari acquisiti a favore dell’Associazione e non hanno diritto di voto.
4. L’ammissione a socio è a tempo indeterminato, fermo restando il diritto di recesso.
5. L’associazione prevede l’intrasmissibilità della quota o contributo associativo ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e la non rivalutabilità della stessa.

ART. 4 – (Diritti e doveri dei soci)

I Soci aderenti hanno il diritto di:

1. – partecipare alle Assemblee (se in regola con il pagamento del contributo);
2. – eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi;
3. – votare direttamente o per esplicita delega scritta (ciascun aderente può essere portatore di una sola delega di altro aderente);
4. – conoscere i programmi con i quali l’Associazione intende attuare gli scopi sociali;
5. – partecipare alle attività promosse dall’Associazione;
6. – usufruire di tutti i servizi dell’Associazione;
7. – dare le dimissioni in qualsiasi momento;
8. – tutti i soci hanno i diritti di informazione e di controllo stabiliti dalle leggi in particolare i soci hanno diritto di accesso ai documenti, delibere, bilanci, rendiconti e registri dell’Associazione.

soci aderenti hanno il dovere di:

1. osservare le norme del presente statuto, gli eventuali regolamenti interni e le deliberazioni adottate dagli Organi sociali;
2. versare il contributo stabilito dall’Assemblea;
3. svolgere le attività preventivamente concordate;
4.mantenere un comportamento conforme alle finalità
dell’Associazione;
5. sostenere l’attività dell’Associazione in tutti i suoi aspetti e di tenere un comportamento che non sia lesivo del decoro e del prestigio dell’Associazione stessa e dei suoi aderenti

ART. 5 – (Recesso ed esclusione del socio)

1. Il socio può recedere dall’associazione mediante comunicazione scritta al Consiglio direttivo
2. Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo statuto può essere escluso dall’Associazione.
3. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo avere ascoltato le giustificazioni dell’interessato.

ART. 6 – (Organi sociali)

1. Gli organi dell’associazione sono:
– Assemblea dei soci,
– Consiglio direttivo,
– Presidente
– VicePresidente,
2. Tutte le cariche sociali sono assunte a titolo gratuito.

ART. 7 – (Assemblea)

1.  L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci.
2. E’ convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci mediante avviso scritto da inviare almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza e contenente l’ordine del giorno dei lavori, l’invio della convocazione avverrà tramite messaggio mail;
3.  L’Assemblea è inoltre convocata a richiesta di almeno un decimo dei soci o quando il Consiglio direttivo lo ritiene necessario.
4 .  L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.

ART. 8 – (Compiti dell’Assemblea)

1. L’assemblea deve:
– approvare il rendiconto conto consuntivo e preventivo;
– fissare l’importo della quota sociale annuale;
– determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione;
– approvare l’eventuale regolamento interno;
– deliberare in via definitiva sulle domande di nuove adesioni e sulla esclusione dei soci;
– eleggere il Presidente e il Consiglio Direttivo;
– deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo.

ART. 9 – (Validità Assemblee)

1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega.
2.   Non è ammessa più di una delega per ciascun aderente.
3. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega, sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la qualità delle persone (o quando l’Assemblea lo ritenga opportuno).

4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza della metà più uno dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di ¾ dei soci.

ART. 10 – (Verbalizzazione)

1.  Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal Segretario e sottoscritto dal Presidente.
2.   Ogni socio ha diritto di consultare il verbale e di trarne copia.

ART. 11 – (Consiglio direttivo)

1. Il consiglio direttivo è composto da numero 5 membri eletti dall’assemblea tra i propri componenti.
2.  Il consiglio direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti. Esso delibera a maggioranza dei presenti.
3.  Il Consiglio direttivo compie tutti gli atti di ordinaria estraordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo.
4.  Il consiglio direttivo dura in carica 3 anni e i suoi componenti possono essere rieletti per n. 2 mandati.

ART. 12 – (Presidente)

1. – dare esecuzione alle delibere del Consiglio Direttivo;
2. – convocare e presiedere le riunioni dell’Assemblea dei soci e del Consiglio Direttivo;
3. – avere la firma e la rappresentanza sociale e legale dell’ Associazione nei confronti di terzi e in giudizio;
4. – in caso di necessità e di urgenza, assumere i provvedimenti di competenza del Consiglio Direttivo, sottoponendoli a ratifica nella prima riunione successiva.
5. In caso di assenza, di impedimento o di cessazione, le relative funzioni sono svolte dal Vice Presidente.

6.    ART. 12 bis (VicePresidente)

Il Vice Presidente è anche il tesoriere dell’associazione, presiede l’assemblea in caso di assenza del Presidente, collabora con il Presidente per il coordinamento dei lavori del direttivo.

ART. 13 – (Risorse economiche)

1. Il patrimonio dell’Associazione è costituito da:
– contributi a titolo patrimoniale;
– erogazioni, donazioni e lasciti di terzi;
– beni mobili ed immobili acquisiti con le eccedenze annuali fra le risorse economiche e le entrate e le spese sostenute.

2. L’Associazione tra le risorse economiche per il proprio finanziamento e per lo svolgimento della propria attività di volontariato da:
– quote sociali e contributi degli aderenti;
– contributi di privati;
– contributi dello Stato, di Enti ed Istituzioni pubbliche;
– contributi di Organismi internazionali;
– donazioni e lasciti testamentari;
– rimborsi derivanti da convenzioni;
– entrate derivanti da attività commerciali e produttive marginali.

L’Associazione è tenuta obbligatoriamente alla conservazione della documentazione relativa alle entrate di cui sopra, con l’indicazione nominativa dei soggetti erogati, salvo il caso della richiesta di anonimato del donante .
L’associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonchè fondi, riserve o capitale durante la vita dell’ente, in favore di amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori e in generale a terzi, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge, ovvero siano effettuate a favore di enti che per legge, statuto o regolamento, fanno parte della medesima e unitaria struttura e svolgono la stessa attività ovvero altre attività istituzionali direttamente e specificamente previste dalla normativa vigente.
L’associazione ha l’obbligo di reinvestire gli eventuali utili e avanzi di gestione esclusivamente per lo sviluppo delle attività funzionali al perseguimento dello scopo istituzionale di solidarietà sociale.

ART. 14 – (Rendiconto economico-finanziario)

1. Il rendiconto economico-finanziario dell’associazione è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo.
2. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Consiglio direttivo e approvato dall’assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto, depositato presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato.
3. Il conto consuntivo deve essere approvato entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.

ART. 15 – (Scioglimento e devoluzione del patrimonio)

1. Le proposte di modifica allo statuto possono essere presentate all’Assemblea straordinaria da uno degli organi o da almeno un terzo degli aderenti. Le relative deliberazioni sono approvate dall’Assemblea con le modalità previste nell’art. 9

2. Lo scioglimento, la cessazione ovvero l’estinzione e quindi la liquidazione dell’Associazione, può essere proposta dal Consiglio Direttivo e approvata, con il voto favorevole di almeno tre quarti degli aderenti, dall’Assemblea convocata con specifico ordine del giorno. I beni che residuano dopo l’esaurimento della liquidazione, sono devoluti ad altre Organizzazioni operanti in identico o analogo settore di volontariato sociale, secondo le indicazioni dell’Assemblea, che nomina il liquidatore e comunque secondo il disposto dell’art. 5, comma 4, della legge n. 266/91, salvo diversa destinazione imposta In nessun caso possono essere distribuiti beni, utili, riserve o capitali agli aderenti.

ART. 16 – (Disposizioni finali)

Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.

 Il Presidente                                                      Il Segretario
Ermelinda Delogu                                            Marzia Marongiu

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Translate »
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x